Siamo saliti sull’auto volante, ed è stato bellissimo


Al Salone di Francoforte abbiamo provato la Pal V e anche se ancora non vola ci è venuta voglia di comprarla (ma costa 499mila euro)

Francoforte — Non capita tutti i giorni di salire su un’auto che vola ma al Salone dell’Auto tutto può accadere. Finalmente, dopo averla apprezzata in foto e video siamo riusciti a montare su uno dei mezzi più assurdi di sempre, la Pal V. La targhetta Experimental sottolinea subito che questa non è la versione per il mercato, ma uno dei prototipi realizzati prima dello sbarco sul mercato del 2018. Anche la maniglia ancora non c’è: per aprire la portiera c’è del fil di ferro. Ma poco importa: a un’auto volante si perdona tutto.

Prima di entrare diamo uno sguardo all’esterno: da fuori, la Pal V assomiglia alla moto dei M.A.S.K., il futuristico cartone animato anni ’80 dalla sigla adrenalinica. La forma è a proiettile, tutta proiettata in avanti. Le ruote sono tre, ma la cosa più bella è l’enorme elica che spunta da sopra la carrozzeria.

Eh sì, perché la Pal V è un’auto elicottero: quando non in uso, l’elica si piega su stessa e si poggia nella parte posteriore della carrozzeria. Con un tasto, poi, eccola risalire pronta a portarci in volo. Insomma, come la moto dei Mask. Dietro c’è una seconda elica, anch’essa ripiegabile su se stessa.

Saliamo.

L’interno è scarno e la targhetta rossa con scritto “Remove before flight ci ricorda che questo è più un elicottero stradale che un’auto volante. Di fronte, il quadro comandi è quello di un elicottero. Quadranti, pulsanti e indicatori occupano tutto il quadro strumenti e l’occhio viene richiamato da una dissonanza a cui si fa caso dopo un po’.

Davanti a noi c’è il volante per la guida su strada, ma in mezzo alle gambe, poco sopra il sedile, spunta anche la cloche per il volo.

Appena chiuso lo sportello ci si ritrova in uno spazio molto angusto, quasi claustrofobico: stupisce che possa ospitare due persone, ma è una concessione necessaria all’assetto di volo. Qui è fondamentale garantire un’aerodinamica perfetta per limitare i consumi. Nonostante le dimensioni però sembra di essere in un altro mondo. Anche se non possiamo volare, è impossibile resistere alla sensazione di ebbrezza che ti prende una volta seduto. Sei pur sempre in un veicolo volante.

A livello tecnico, invece, Pal V è dotata di due motori. Il primo è pensato per il volo e ha 200 cavalli che le permettono di arrivare fino a 180 chilometri orari. Il secondo propulsore invece ha 100 cavalli e la spinge su strada fino a 160 chilometri orari.

La decisione è presa. Va bene che è scomoda e strana da guardare, va bene che non sappiamo come vada in strada, se è manovrabile e capace di muoversi in città, e va bene pure che non possiamo neanche supporre come si comporti in volo, ma la vogliamo. Il sogno però si scontra con la dura realtà al momento del prezzo. Prodotta per ora solo in 90 esemplari, la Pal-V è disponibile in preordine a 499mila euro, un prezzo che non ti mette certo le ali ma te le spezza.


Fonte: WIRED.it

Archivio